SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 50€!!!

SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 50€!!!

Cosa è e come si fa l’olio di cannabis ricco di CBD

01 Dicembre, 2017

Cosa è e come si fa l’olio di cannabis ricco di CBD

Vuoi provare in prima persona gli effetti del CBD sul benessere di corpo e mente? Scopri la nostra selezione di estratti e olii di CBD!

Sei interessato anche ad altri derivati della cannabis sativa? Su greenlady.it trovi un catalogo completo di prodotti!

 

Cosa è e come si fa l’olio di cannabis ricco di CBD

 L'olio con il CBD ha cominciato a raccogliere crescente popolaritá alcuni anni fa, quando il dottor Sanjay Gupta ha ricercato le capacità del cannabinoide di trattare i bambini con epilessia. Inizialmente, l'olio con CBD era considerato come una medicina per i malati affetti da sintomi gravi, ma la sua polaritá presso il grande pubblico è in aumento. Mancando regolamenti precisi il mercato è al momento invaso da prototti di vario tipo con origini a volte poco chiare. Il primo passo per chi fosse interessato ad approfondire questo argomento è capire come viene estratto dalla cannabis il CBD.

Olio CBD

La produzione di olio CBD di alta qualità inizia con la selezione delle genetiche di cannabis appropriate. La scelta di un ceppo che è naturalmente alto in CBD è fondamentale.

I piú grossi produttori di CBD di oggi, come Receptra Naturals, hanno lavorato per anni per sviluppare varietà proprietarie di cannabis che presentino tratti marcatamente favorevoli all’estrazione del CBD. Mentre è possibile estrarre CBD dalla maggior parte dei ceppi di canapa, scegliendo una genetica che è naturalmente alta in CBD aumenterà i rendimenti e la qualità.

Pianta intera vs Isolator

Una volta completato il processo di coltivazione, il materiale vegetale viene preparato per l'estrazione. È possibile decidere di estrarre tutti i cannabinoidi presenti nella pianta, o soltanto il CBD.

Il primo approccio è popolare nelle comunità mediche perché si ritiene che uno spettro più ampio di cannabinoidi venga catturato durante l’estrazione.

Lo spettro dei cannabinoidi è importante perché favorisce l'effetto entourage, che stimola il sistema endocannabinoide.

L’alternativa è l’estrazione del CBD puro, isolandolo quindi da tutti gli altri componenti della pianta.

Estrazione ad alcool

Gli oli CBD vegetali interi possono essere prodotti in vari modi. L'olio CBD "originale" è stato creato da Rick Simpson. Questo metodo richiede di immergere il materiale vegetale della canapa in un solvente, come l'alcool di grano. Una volta rimosso il materiale solido, il liquido rimanente è pieno di CBD (e altri cannabinoidi). Facendo evaporare il solvente e quello che rimane è l’olio, pronto per il consumo.

Il metodo sviluppato da Rick Simpson ha ispirato lo sviluppo di tecniche di estrazione simili di scala industriale, cosí da poter rispondere alla crescente domanda del mercato. Oggi é l’etanolo ad essere comunemente usato per estrarre olio di CBD. Questo metodo richiede di immergere il materiale vegetale in etanolo e quindi la soluzione alcolica risultante viene fatta passare attraverso un "Roto-Vap".

Il Roto-Vap riscalda la soluzione alcolica facendola evaporare. Invece di evaporare nell’aria, il Roto-Vap recupera l’etanolo per un uso successivo. In una camera separata, l’olio CBD viene raccolto, libero dal solvente e pronto per il consumo.

estrattore di olio ad alcol

Estrazione CO2

Un altro metodo popolare per estrarre CBD dalla cannabis è quello del CO2. Questo processo richiede un po' più di abilità e certamente più attrezzature del metodo a base di alcol. L’estrazione di CO2 richiede una serie di camere che controllano temperatura e pressione. In parole povere, il CO2 è forzato attraverso il materiale vegetale.

La temperatura e la pressione nelle camere provocano la reazione e la separazione della soluzione di CO2/cannabinoidi. Come i cannabinoidi si separano, sono raccolti in diverse camere. Questo metodo permette ad un estrattore di separare i cannabinoidi e quindi di tenere solo quelli desiderati.

Questi non sono gli unici metodi per estrarre la CBD dalla cannabis, ma sono certamente i più popolari oggi. Ma estrarre CBD è solo una parte della produzione di olio CBD.

Aroma e diluizione

L’olio estratto di solito non ha un sapore particolarmente allettante. Ora che i consumatori utilizzano gli oli di CBD estratti dalla cannabis come integratori nella loro vita quotidiana, i produttori stanno lavorando per rendere i loro prodotti più gustosi.

Inoltre, i consumatori cercano diversi livelli di “potenza”, e quindi concentrazione, nei prodotti a base di CBD, per cui i produttori devono "diluire" gli oli CBD grezzi per adattarli alle richieste del mercato.

Ma l’innovazione non si è fermata qui: l’acqua al CBD

Dicono che l'acqua sia la fonte della vita, e i tentativi di migliorare questa fonte di vita con minerali, ioni ed elettroliti non sono niente di nuovo. Dato che a un altro regalo della natura, il cannabidiolo (CBD) viene finalmente dato validità nel mondo medico, era solo una questione di tempo prima che H2O e CBD unissero le forze per darci l’acqua al CBD.

Cosa è l’acqua al CBD?

 L’acqua CBD è una delle molte innovazioni dell’industria della cannabis che affiorano in questi giorni, ma la sua semplicità potrebbe renderla una delle più utili fornendo a chi fosse interessato ad assumere del CBD un modo semplice, dicreto e innocuo per farlo.

L’acqua al CBD può offrire grandi vantaggi per la somministrazione di dosi corrette e costanti di cannabinoidi per coloro che si soffrono di disturbi cronici come infiammazioni, dolori e disturbi d' ansia. Ci sono anche enormi benefici potenziali per gli atleti che possono non solo idratare, ma ridurre al minimo l’infiammazione, il dolore e lo stress della pratica sportiva.

Ci si potrebbe chiedere se si può semplicemente creare in casa il proprio composto di CBD e acqua. Gli oli CBD e le tinture aggiunti all’acqua possono aiutare, ma dato che l’acqua e l’olio non si mescolano utilizzare cristalli di CBD puro che si dissolvono in acqua potrebbe essere la strada migliore da intraprendere.

L’alternativa sicuramente piú pratica, ma non ancora disponibile in Italia, è rivolgersi al mercato dei prodotti già pronti. Ma ecco una breve lista di produttori all’avanguardia:

CBD Living Water

Questo marchio utilizza nano tecnologia per fornire la massima idratazione e assorbimento del CBD nelle cellule del corpo. Secondo il loro sito web, CBD Living Water prende CBD e Nutrienti e li unisce attraverso un processo di Nano Technology che li riduce in minuscole particelle, un milionesimo delle loro dimensioni originali.

CBD Fusion Water & Hemp Springs

Questa azienda unisce CBD con acqua purificata utilizzando anche la nano tecnologia per migliorare l’effetto di idratazione. ".

CannaNano Water

La Canna Nanno Water purifica la loro acqua imitando il "processo di evaporazione, condensazione, precipitazione" che è il modo della natura di "filtrare le impurità e reintegrare l’approvvigionamento idrico", prima di infonderla con CBD di alta qualità.

 

 

 

Articolo tratto da herb.co, per leggere l'articolo originale seguire questo link.

 

Avvertenze: se leggi il blog di greenlady.it ricordati di leggere anche il disclaimer del blog

Crediti per le foto: TorontoFoodLab